‘Il sentiero dei nidi di ragno’ – Una piacevole (ri)scoperta


Tutti abbiamo una ferita segreta per riscattare la quale combattiamo.

Per anni ho avuto questo piccolo libro a casa, davanti agli occhi, senza mai sentire la curiosità di aprirlo, forse sottovalutandolo. Oggi mi ritrovo a scoprirlo e ad apprezzarlo moltissimo. Presentando la Resistenza attraverso lo sguardo distorto di un monellaccio, Calvino ci ha regalato una visione quanto mai autentica ed efficace di un Italia ferita e confusa, di un periodo cruciale che non possiamo e non dobbiamo ignorare.
G.

Annunci

2 pensieri su “‘Il sentiero dei nidi di ragno’ – Una piacevole (ri)scoperta

  1. mi ricordo di acero letto a scuola in quanto facesse parte di una serie di letture obbligatorie e ammetto di non avergli dato molta importanza, mi hai fatto venire curiosità di andarlo a riprendere!

    Liked by 1 persona

    • Sì, anche se a me non era capitato di leggerlo per la scuola, solitamente viene imposto come lettura dagli insegnanti. Probabilmente per lo stile ‘semplice’ e scorrevole. Credo che apprezzeresti di più adesso. In ogni caso buone letture 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...